Anna Paci: Faccio il lavoro più bello del mondo. Salgado e  Fondazione Pistoia Musei

Pistoia, ora più che mai, ha bisogno di acquisire una reale dimensione digitale. Non pescando professionisti fuori porta ma facendo crescere, o meglio premiando, talenti cittadini come Anna Paci. Che sono tanti  

La dimostrazione di quanto si sia trascurato questo aspetto della comunicazione è questo dominio, Pistoia2017: mai cercato ne voluto (.it .com). Ma non guardiamo al passato. Ori, piu’ che mai, è necessario mettere in moto meccanismi di comunicazione efficaci, coinvolgenti ed economici.

Lascio la parola ad Anna Paci e al suo post su Facebook.

Ieri la Fondazione Pistoia Musei ha offerto la visione del film documentario sulla vita di Salgado. Giorni fa abbiamo pensato a come comunicarlo e abbiamo fatto partire una campagna sui social.

Ve lo dico in termini semplici: erano previsti al max 500 ticket, esauriti subito. La campagna è rotolata, ha raggiunto 75.000 persone e le richieste sono state tantissime!
1000? No!
2000? No!
5000? No, di più, molte più!
Segno che anche in questa Pistoia, che a taluni piace tanto denigrare, si possono fare cose belle.
Tutto ha fatto centro nella promozione del documentario di Salgado: la call, certamente il valore della proposta, l’idea, il lavoro di persone serie e mai fuori posto e un po’ anche la strategia, che è la mia.

Quelle cose che mi cambiano persino le giornate della Quarantena!

Testo e photo: credits Anna Paci